Handicap asiatico: una delle tipologie di scommessa più famose nell’ambito del betting sportivo

Chi conosce il mondo delle scommesse sportive avrà senz’altro sentito parlare almeno una volta dell’handicap asiatico. Per tutti gli altri, invece, questo articolo potrebbe essere l’occasione perfetta per avvicinarsi per la prima volta a questa tipologia di scommessa. Qui di seguito infatti spiegheremo nel dettaglio tutto ciò che riguarda le scommesse asiatiche, e daremo una asian handicap spiegazione con esempi e altri dettagli, al fine di comprendere al meglio il suo funzionamento.

Vi daremo inoltre alcuni consigli su come scommettere secondo questa modalità. Non ci resta che iniziare.

Elenco dei migliori bookmakers per le scommesse handicap asiatico nel 2022

#Sito BookmakerEventoHandicapQuotaScommessa vincenteVisita
1
SNAI
TorinoVenezia
-1.0+1.0
1.862.07
vince per 2+ goalvince o pareggia
Visita il sitoRecensione SNAI
2
casinia
NapoliInter
+1.0-1.0
1.234.00
vince o pareggiavince per 2+ goal
Visita il sitoRecensione casinia prossimamente
3
Eurobet
MilanSampdoria
-1.5+1.5
2.101.70
vince per 2+ goalvince o pareggia
Visita il sitoRecensione Eurobet
4
1Bet
LazioBologna
-0.5+0.5
1.632.25
vince per 1+ goalvince o pareggia
Visita il sitoRecensione 1Bet
5
UNIBET
AtalantaJuventus
+1.0-1.0
1.214.25
vince o pareggiavince per 2+ goal
Visita il sitoRecensione UNIBET
*Si applicano T&C! 18+

Asian handicap spiegazione: di cosa si tratta?

Cominciamo anzitutto dall’asian handicap spiegazione: cos’è? Dove possiamo trovarlo? Dobbiamo, però, partire anzitutto da un concetto basilare, ossia il significato handicap, visto che è la parola che descrive tutto il resto. Prenderemo come esempio di riferimento l’handicap calcio, lo sport più diffuso nell’ambito delle scommesse sportive.

Nel betting l’handicap rappresenta l’assegnazione di una sorta di “svantaggio” iniziale alla squadra favorita tra le due in un match. Facciamo un esempio pratico: supponiamo che ci sia in programma una partita tra Barcellona e una squadra di seconda lega spagnola, magari per la coppa di Spagna. Il Barcellona è notoriamente più forte rispetto alla squadra rivale di seconda lega, e per questo motivo è la squadra favorita dai bookmakers per la vittoria finale di questo match.

I bookmakers, oltre alle classiche scommesse 1X2, elaborano anche le scommesse con handicap per riportare equilibrio tra le due squadre (altrimenti le quote sarebbero del tutto sbilanciate, il Barcellona avrebbe quote bassissime e la squadra rivale altissime). Viene così assegnato, ad esempio, al Barcellona un gol di svantaggio in partenza, oppure valori diversi, un handicap 1/+1 e così via.

L’asian handicap funziona in modo molto simile. I bookmakers infatti assegnano alla squadra nettamente favorita un handicap, e al contempo alla squadra favorita assegnano un handicap sull’ipotetica sconfitta. Facciamo un altro esempio per capirci meglio.

Supponiamo che si stia per svolgere una partita di Coppa di Lega tra Manchester City, squadra fortissima e di prim’ordine in Premier League, e il Millwall, che milita in Championship (seconda divisione inglese). È chiaro che i pronostici pendono tutti a favore del Manchester City, il quale verosimilmente vincerà la partita, e forse con diversi gol di scarto. In ogni caso, il bookmaker per quanto riguarda le scommesse handicap asiatico procede così:

Sistemi di Handicap Asiatico
  1. Assegna al Manchester City un handicap di -1: ciò significa quindi che il City inizierà con un immaginario gol di svantaggio;
  2. Oppure, assegna al Millwall un handicap di +2: ciò significa che inizierà con due immaginari gol di vantaggio.

Gli scenari che possono presentarsi sono questi, a seconda del fatto che tu abbia puntato sull’handicap del City o del Millwall:

  1. Se il Manchester City vince la partita con almeno due gol di scarto, la tua scommessa è vincente. Se il City vince con un solo gol di scarto, “pareggia” lo svantaggio iniziale di un gol (l’handicap -1, appunto), e dunque la tua scommessa è considerata pareggiata, ti verrà quindi rimborsata la puntata. Se il City pareggia o perde, la scommessa ovviamente è persa;
  2. Se il Millwall perde con uno scarto di una sola rete, vincerai la scommessa. Se il Millwall perde con uno scarto di due reti, la scommessa viene “pareggiata” e quindi ti viene rimborsata la puntata. Se il Millwall perde con uno scarto di tre (o più) reti, la tua scommessa è considerata perdente e dunque perderai tutta la schedina.

L’asian handicap funziona così: in sostanza, si punta su un immaginario svantaggio (o vantaggio) iniziale per la squadra favorita o sfavorita, al fine di riportare in equilibrio partite con quote troppo sbilanciate, o per dare maggiore brio ad alcuni match in cui le quote sono piuttosto basse. Si aggiunge del rischio, in sostanza, però al fine di poter vincere di più.

Le varianti possibili delle scommesse asiatiche

Abbiamo appena visto una sola tipologia di scommesse asiatiche. In realtà, quella che abbiamo appena visto è la tipologia “a linee intere”. Infatti, abbiamo ipotizzato che il bookmaker assegni svantaggi o vantaggi per numeri interi (abbiamo menzionato -1 e +2), che rappresentano per l’appunto gli immaginari gol di vantaggio o svantaggio a favore/sfavore delle due squadre in gioco.

In realtà, oltre alla tipologia “a linee intere” c’è anche la tipologia “a metà” e “a un quarto”. Quelle “a metà” prevedono che i valori inseriti dal bookmaker in quella scommessa siano del tipo -0,5, +2,5 e così via: insomma, valori non interi ma a metà. In questi casi, supponendo un handicap asiatico con valore +0,5, dovrai aspettarti di vincere la scommessa se quella squadra su cui hai puntato (a cui appunto è stato assegnato il valore di +0,5) dovesse pareggiare o vincere. Qualora dovesse perdere l’incontro anche la scommessa sarebbe considerata persa.

Quelle “a un quarto” prevedono invece valori per l’appunto in quarti di frazione: ad esempio +1,25, -3,75 e così via. Queste scommesse hanno sempre quote più alte del solito. Facciamo un altro esempio pratico per capire: supponiamo di scommettere sull’asian handicap di una squadra con handicap assegnato pari a -0,25. Qualora questa squadra dovesse perdere, si perderebbe la scommessa; se dovesse vincere, si vincerebbe la scommessa; se dovesse pareggiare, verrebbe restituita metà della scommessa.

Esiste infine un’ultima variante: la Asian Total. Si tratta di una somma goal asiatica, in altre parole, e in tal senso è molto simile alle scommesse under/over di reti segnate che già conoscete. L’unica differenza risiede nel fatto che potrete puntare anche su linee intere, ossia ad esempio “under 1” oppure “over 1”, o ancora su linee ad un quarto, anziché soltanto su linee a metà, che tutti noi conosciamo.

Concludiamo spiegando un concetto: se vi state chiedendo l’X con handicap come funziona, avete già capito che la risposta dipende dalla tipologia di puntata su cui avete deciso di scommettere. Alcune prevedono il rimborso della scommessa, altre prevedono che la scommessa venga considerata persa. Non si può puntare direttamente sull’X handicap, in quanto l’handicap è una scommessa che viene piazzata o su una squadra, o sull’altra. Giocare le scommesse 1X2 con handicap è possibile, ma dovete recarvi su un’altra tipologia di scommessa: le asian handicap non prevedono la puntata sull’X.

Come giocare alle scommesse asiatiche in definitiva

Se la vostra domanda adesso è “come si giocano le scommesse asiatiche?”, la risposta che possiamo darvi in realtà è molto semplice. Non c’è troppo di diverso da fare rispetto alle classiche scommesse sportive 1X2 o di altro tipo: vi basta recarvi nel match di vostro interesse, poi nella sezione Handicap asiatico e scegliere la puntata che più vi ispira.

Dovrete soltanto compiere uno studio adeguato del match e valutare attentamente su quale squadra sia meglio puntare. Dovete partire dal presupposto che l’handicap assegna gol immaginari di svantaggio o vantaggio: riuscirà la squadra su cui puntate a superare tale handicap, se si tratta della squadra favorita (e quindi con handicap negativo, ad esempio -2)? Oppure, se si tratta della squadra sfavorita (e quindi con handicap con segno positivo, ad esempio +2), riuscirà a resistere e non subire più di due reti?

Abbiamo fatto tutti esempi basati sull’handicap calcio, in quanto il calcio è uno degli sport che permettono di capire più facilmente il funzionamento dell’handicap asiatico. In realtà però questa forma di giocata è disponibile anche per altri sport celebri: dovrete dunque sempre documentarvi al meglio sulla partita in questione, prima di piazzare la vostra giocata. L’asian handicap è una tipologia di scommessa particolare, più remunerativa avendo quote potenzialmente più alte, ma è anche più difficile e richiede uno studio accorto della giocata. Fate le vostre valutazioni e agite di conseguenza.

FAQ - Domande frequenti su Handicap asiatico

No, l’handicap asiatico è disponibile anche per altri sport. I bookmakers propongono sempre questa forma di giocata anche per il basket, giusto per fare un esempio. In generale è sempre possibile applicare un handicap asiatico a due squadre, o a due giocatori coinvolti in un match (pensiamo anche al tennis), dunque è una scommessa diffusa su tutti i bookmakers che voi conoscete.
La differenza è minima in realtà, è molto sfumata. L’handicap classico può prevedere diverse tipologie di vantaggio o svantaggio iniziale, inoltre può permettere di puntare sulla X, dunque sul pareggio. Le scommesse asiatiche si basano sulla scelta soltanto di una o dell’altra squadra.
Le quote sono più alte, in quanto le scommesse asiatiche prevedono una maggiore difficoltà e un rischio più elevato: per questo motivo sono più remunerative e sono anche scelte molto spesso dai giocatori di tutto il mondo.
Altri sistemi di scommesse
open
Top